• 22/04/2024 9:11 PM

L’Inner Vox dei Demonology HiFi, il lato oscuro dei Subsonica

DiChristian D'antonio

Gen 19, 2017
bassa 434 ph ph credit Emanuele Basile
Foto: Emanuele Basile

Max Casacci e Ninja (Enrico Matta) si sono preparati al lancio del loro progetto solista in maniera molto singolare. La parte elettronica della superband torinese Subsonica ha iniziato a fare dei dj set qualche anno fa in cui “curava” i peccatori del dancefloor contro le tentazioni dell’EDM. E così è nato un disco stranissimo e affascinante, Inner Vox, con degli stili che si incontrano e che dall’elettronica abbracciano l’etno e la sperimentazione. Abbiamo approfondito con i diretti interessati.

Come siete partiti nella genesi di questo nuovo progetto?
Max: Volevamo esplorare il mondo delle basse frequenze in musica, tenendo saldo il legamo con il dancefloor che abbiamo vissuto negli ultimi due anni. Abbiamo unito i frammenti di brani di tutte le epoche, canti gregoriani, estratti di sermoni da Radio Maria registrati all’improvviso. Ne è venuto fuori un caleidoscopio originale. Che abbiamo racchiuso in un cd con un inizio e una fine.

cover dig. DEMONOLOGY hifi-bassaNon pensate sia troppo limitante la durata di un cd?
Ninja: Siamo ragazzi del Novecento, è vero, ci piacerebbe sempre toccare la musica. Infatti il progetto stiamo spingendo per farlo uscire anche su vinile, che è il formato principe di un gruppo come i Demonology HiFi che si rivolgono al mondo del ballo. Ma pensavamo anche che racchiudere tutto quello che avevamo fatto in un determinato periodo in un disco definito potesse dare maggior credibilità a un progetto. Piuttosto che far uscire pezzi in digitale sporadicamente, è ancora il disco che identifica il messaggio di un progetto.

Quante collaborazioni ci sono?
Max: Cosmo è uno dei nuovi cantanti su cui puntare in Italia. Credo che ci sia stato un movimento interessante nell’anno appena passato, si è mosso qualcosa e la musica, i produttori e gli autori sono stati rigenerati. Poi c’è Bunna degli Africa Unite che è una nostra vecchia conoscenza, avevamo suonato in Giamaica assieme con i Subsonica. Birthh è una diciannovenne fiorentina che incide per un’etichetta statunitense e l’ammiriamo molto. Sono tutte persone che nel loro campo stanno facendo del bene al progresso della musica in Italia.

Christian D’Antonio

Christian D'antonio

Christian D'Antonio (Salerno, 1974) osserva, scrive e fotografa dal 2000. Laureato in Scienze Politiche, è giornalista professionista dal 2004. Redattore di RioCarnival. Attualmente lavora nella redazione di JobMilano e collabora con Freequency.it Ha lavorato per Panorama Economy, Grazia e Tu (Mondadori), Metro (freepress) e Classix (Coniglio Ed.)