• 20/05/2024

VITTORIO DE SICA ATTORE

DiLuana Salvatore

Mar 28, 2013

IL SIGNOR MAXdal 3 aprile la Casa del Cinema la prima tranche della rassegna con 6 film girati tra il 1932 e il 1943

Parte mercoledì 3 aprile, in collaborazione con la RIPLEY’S FILM, la nuova rassegna della Casa del Cinema dedicata a VITTORIO DE SICA ATTORE. Nella prima parte della rassegna (3, 10 e 17 aprile con repliche il sabato e la domenica successivi alle ore 11) sarà possibile vedere o rivedere 6 film girati tra il 1932 e il 1943.

Da pellicole celebri come Il signor Max, I Grandi Magazzini e Gli uomini che mascalzoni di Mario Camerini a film meno noti al grande pubblico come L’avventuriera del piano di sopra di Raffaello Matarazzo, I nostri sogni di Vittorio Cottafavi e Tempo massimo di Mario Mattoli. Due vere rarità, invece, sono Milly e De Sica scena ritrovata negli archivi della UCLA di Los Angeles, uno showreel realizzato in occasione del viaggio di Vittorio Mussolini a Hollywood (ottobre 1937) e Attenzione!, cortometraggio di propaganda realizzato da Giuseppe Amato nel 1940 ma mai distribuito.

La rassegna – che  accompagna la mostra TUTTI DE SICA a cura di Gian Luca Farinelli ospitata dal Museo dell’Ara Pacis fino al 28 aprile 2013 – proseguirà dal 24 aprile al 9 maggio con una seconda parte dedicata a film realizzati nel dopoguerra, tra il 1952 e il 1961.

Tutte le proiezioni sono ad ingresso gratuito.

La Casa del Cinema è una struttura promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura, Arte e Sport della Regione Lazio, con la direzione artistica di Caterina d’Amico e la gestione di Zètema Progetto Cultura.

PROGRAMMA DELLE PROIEZIONI

 

MERCOLEDI 3 APRILE

Sala Deluxe ore 16.30

GLI UOMINI CHE MASCALZONI  

di Mario Camerini –  Italia, 1932, 66’

Bruno (Vittorio De Sica), autista e meccanico di un ricco signore milanese, si invaghisce di Mariuccia (Lia Franca), commessa in una profumeria. Per conquistarla, si presenta con l’automobile del padrone e la invita a pranzo fuori Milano. Sfortunatamente, vi incontra la moglie del padrone e, dopo averla dovuta accompagnare a Milano, tenta di ritornare da Mariuccia, ma, a causa dell’eccessiva velocità, resta coinvolto in un incidente. Licenziato per aver distrutto la macchina, vaga alla ricerca di un nuovo impiego. Intanto tra Bruno e Mariuccia inizia una serie continua di ripicche e dispetti…

Interpreti: Lia Franca (Mariuccia), Vittorio De Sica (Bruno), Cesare Zoppetti (Tadini, padre di Mariuccia), Aldo Moschino (Conte Piazzi), Pia Lotti (Gina).

Sala Deluxe ore 20.30

IL SIGNOR MAX

di Mario Camerini –   Italia, 1937, 84’

Un giovane ha dovuto interrompere gli studi liceali per ereditare il commercio paterno, che consiste nella gestione di una edicola di giornali. L’edicola è redditizia e il giovane si può permettere ogni anno un bel viaggetto. In uno di questi, preso com’è dal fascino del mondo aristocratico, approfitta del biglietto gratuito di prima classe su di un piroscafo, che un suo compagno di scuola gli procura, e passa qualche giorno a bordo in compagnia di alcuni rappresentanti del bel mondo. E’ scambiato anche lui per un nobile e può intrecciare relazioni, tra le quali non mancano quelle di carattere sentimentale con una nobile dama. Terminati soldi, abbandona quella breve parentesi di vita dorata e ritorna all’edicola. Viene riconosciuto dalla cameriera della dama e, per rintracciare questa, inizia una doppia vita: da una parte il giornalaio che corteggia la cameriera e dall’altra il giovane mondano che spasima per la signora di gran mondo. Così può constatare come questo gran mondo non sia adatto ai suoi gusti per cui, finalmente, si accorge dell’affetto sincero che per il giornalaio nutre la cameriera. Fa scomparire il giovane mondano per ritornare tutto e solo il buon ragazzo lavoratore, che sposa la graziosa cameriera.

Interpreti: Vittorio De Sica (Gianni), Assia Noris (Lauretta), Mario Casaleggio (Zio Pietro), Caterina Collo (Zia Lucia), Romolo Costa (Comandante Baldi), Rubi Dalma (Donna Paola), Umberto Melnati (Il Gionalaio/Max Varaldo).

MERCOLEDI 10 APRILE

Sala Deluxe ore 16.30

MILLY E DE SICA – provino per “Tempo massimo” (1935?, 5’37’’)

Provino ritrovato negli archivi della UCLA di Los Angeles dove era archiviato come Milly-De Sica provino (screen test) inglese. Si tratta di uno show reel realizzato in occasione del viaggio di Vittorio Mussolini a Hollywood.

Interpreti: Milly, Vittorio De Sica

TEMPO MASSIMO

di Mario Mattoli – Italia, 1935, 78’

Il professor Banti (Vittorio De Sica), mentre pesca con la sua barca sul lago, si vede piovere dal cielo la graziosa Dora Sandri (Milly) buttatasi da un aereo col paracadute per scommessa. Il professore se ne innamora e per conquistarla è disposto a tutto nonostante il proverbiale attaccamento materno a una vecchia zia. Tra una spericolata discesa di sci, una corsa in bicicletta e improbabili travestimenti, arriverà all’altare giusto in tempo…

Interpreti: Vittorio De Sica (il prof. Giacomo Benti), Milly (Dora Sandri), Camillo Pilotto (Antonio, il maggiordomo), Giulio Donadio (Rossi, l’usuraio), Enrico Viarisio (Alfredo Martinelli), Amelia Chellini (la zia Agata), Anna Magnani (Emilia, la cameriera), Ermanno Roveri (Jack), Nerio Bernardi (Principe Huerta), Toto Mignone (Popi), Giovanni Barella (l’autista)

Sala Deluxe ore 20.30

ATTENZIONE! (Documentario di propaganda n. 2)

cortometraggio realizzato da Giuseppe Amato, 1940, 8’23’’

Corto di propaganda preparato allo scoppio della guerra, ma mai distribuito. Assia Noris si lamenta di essere trascurata dal fidanzato che invece lavora nella fabbrica Rancas impegnata di notte nella produzione segreta di materiale bellico. Anche se non accreditato la regia probabilmente è di Mario Camerini.

Interpreti: Assia Noris, Vittorio De Sica, Virgilio Riento, Gazzolo

GRANDI MAGAZZINI

di Mario Camerini – Italia, 1939, 85’

Bruno Zecchi (Vittorio De Sica), investito dal direttore generale di un grande magazzino, riceve da questi come risarcimento un posto di autista all’interno dell’azienda. Qui conosce Lauretta (Assia Norris), una commessa del reparto abiti sportivi, e se ne innamora. Nel frattempo, però, Anna (Milena Penovich), un’altra commessa, è intenzionata a sedurre Bruno per utilizzarlo come copertura ai traffici clandestini condotti ai danni della ditta insieme al fratello e al capo del personale. Una serie di equivoci complicherà la situazione e metterà in discussione l’amore di Bruno e Lauretta, quest’ultima corteggiata proprio dall’inflessibile capo del personale.

Interpreti: Vittorio De Sica (Bruno Zecchi), Assia Noris (Lauretta Corelli), Enrico Glori (Bertini, il capo del personale), Luisella Beghi (Emilia), Virgilio Riento (Gaetano), Milena Penovich (Anna), Andrea Checchi (Maurizio), Mattia Giancola (fratello di Anna), Nino Crisman (ispettore dei magazzini), Nietta Zocchi (la commessa racchia).

MERCOLEDI 17 APRILE

Sala Deluxe ore 16.30

L’AVVENTURIERA DEL PIANO DI SOPRA

di Raffaello Matarazzo  – Italia, 1941, 80’

Dopo la partenza della moglie Clara (Giuditta Rissone), l’avvocato Fabrizio Marchini (Vittorio De Sica) una sera si ritrova in casa Biancamaria (Clara Calamai), che dopo l’ennesimo diverbio è in fuga dal marito geloso. Fabrizio, ammaliato dalla bellezza della donna, decide di ospitarla per la notte. Il mattino dopo, quando l’avvocato si sveglia, si rende conto che Biancamaria se n’è già andata e che dal cassetto di Clara manca una preziosa collana di perle. Fabrizio giunge ovviamente alla conclusione che l’avventuriera del piano di sopra è una ladra e chiede l’aiuto dell’amico Arturo (Carlo Campanini).

 

Interpreti: Vittorio De Sica (avvocato Fabrizio Marchini), Clara Calamai (Biancamaria Rossi), Giuditta Rissone (Clara Marchini), Olga Vittoria Gentilli (madre di Biancamaria), Camillo Pilotto (Bernardo Rossi), Carlo Campanini (Arturo, amico di Fabrizio), Ernesto Almirante (padre di Biancamaria), Jucci Kellerman (Nella, la cameriera dei genitori di Biancamaria), Giselda Gasperini (domestica di Arturo), Dina Romano (domestica di casa Marchini).

Sala Deluxe ore 20.30

I NOSTRI SOGNI

di Vittorio Cottafavi – Italia, 1943, 66’

Leo (Vittorio De Sica) è il solito mascalzone che vive di piccole truffe e, nel frattempo, coltiva sogni di grandezza e un talento “pubblicitario” fuori del comune. Messo alle strette dai creditori, cerca di farsi assumere come consulente ai Magazzini Tuns, ma l’unico incarico che riceve dal direttore è quello di accompagnare la figlia del ragionier Moscapelli a un concerto di rappresentanza. Il giovane si presenta alla ragazza (Maria Mercader) come il figlio dell’industriale e su questa menzogna suscita un piccolo castello di sogni nella modesta e semplice ragazza, per poi scomparire a fine serata.

Interpreti: Vittorio De Sica (Leo), Maria Mercader (Matilde Moscapelli, detta Titì), Paolo Stoppa (Oreste, socio di Leo), Luigi Almirante (rag. Ladislao Moscapelli), Guglielmo Barnabò (Posci, direttore dei Magazzini Tuns), Vittorina Benvenuti (Margherita Moscapelli), Nerio Bernardi (direttore del “Ragno d’oro”), Dina Romano (Beatrice, la domestica), Aldo De Franchi (Bernardo, spasimante di Matilde), Leone Papa (il signor Tuns).

Dove Casa del Cinema – Largo Marcello Mastroianni, 1
Parking: Parcheggio di Villa Borghese
La Casa del Cinema è accessibile ai visitatori disabili
Struttura promossa da Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura, Arte e Sport della Regione Lazio
Direzione artistica di Caterina d’Amico
Gestione di Zètema Progetto Cultura
In collaborazione con Rai; Rai Cinema 01 distribution
Sponsor tecnici Deluxe; Kodak
Partner tecnologico Cinemeccanica
Biglietti Ingresso gratuito
Informazioni tel. 060608 www.casadelcinema.it www.060608.it
Bar ristorante

 

Cinecaffé – Casina delle Rose tel. 06 42016224

Il Cinecaffé – Casina delle Rose è aperto tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 20.00

comunicato stampa

Luana Salvatore

Giornalista pubblicista, dal 2010 è editore e direttore responsabile di RioCarnival Music Magazine, nonchè co-fondatrice della omonima fanzine italiana dedicata ai Duran Duran (1987). Laureata in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo presso l'Accademia di Belle Arti di Roma (1998), ha scritto una tesi sperimentale in regia cinematografica: "Immagini per la Musica" sull'evoluzione dell'immagine del periodo British Invasion - Internet e sui video musicali. Ha fatto parte della MEDIMEX Academy e collaborato con alcune testate giornalistiche musicali, tra cui Rolling Stone e Billboard. Si interessa e scrive di Musica, Cinema, Cultura e Lifestyle. Contatti: editor@riocarnivalmagazine.it