• 20/05/2024

One Carl Is Undead: An Ideal Today For Carmina Burana. Un progetto sperimentale dell’etichetta pugliese RadioSpia

DiLuana Salvatore

Feb 16, 2015
IMPORTANTE - Copertina ALBUM
Copertina Album

E’ appena uscito “One Carl Is Undead: An Ideal Today For Carmina Burana”, un progetto innovativo ed inedito, distribuito dall’etichetta indie pugliese RadioSpia, fondata nel 2002 da Marco Maffei (produttore e tecnico del suono).
Un percorso di ricerca orientato al mercato internazionale, durato due anni, con il risultato di un album sperimentale tutto da scoprire: 35minuti per nove tracce, in un accordo infinito di emozioni (quasi da brivido): un’orchestra sinfonica ed un coro di oltre 40 voci con interpretazioni, manipolazioni e musiche elettroniche di artisti italiani, fra i quali l’icona rock-wave Andrea Chimenti, il poliedrico violinista Valentino Corvino, Alba Francesca Battista ed altri artisti e Disc Jockey.

L’album è stato presentato la settimana scorsa alla stampa foggiana, in uno show case intimo: soddisfatti ed orgogliosi del risultato ottenuto, Maffei e gli artisti coinvolti nel progetto, hanno fatto ascoltare alcuni secondi di ogni traccia, descrivendone i contenuti. Un album estremamente “analogico” (inteso come emotivo) nella sua raffinatezza espressiva e nel suo valore culturale.

In foto:  Marco Maffei e Mariangela Mariani durante la presentazione foggiana. Foto: Luana Salvatore
In foto: Marco Maffei e Mariangela Mariani durante la presentazione foggiana.
Foto: Luana Salvatore

I Carmina Burana, infatti,  sono una raccolta di testi poetici medievali dell’XI e del XII secolo, prevalentemente in latino, tramandati con un manoscritto contenuto in un codice miniato. Essi includono quattro sezioni che scrutano in profondità la condizione terrena, rappresentando un’umanità che vive tra i rovesci della Fortuna, le passioni, le gioie conviviali, la brama di ricchezze e la corruzione. Per questo motivo, il mondo medioevale, con il suo interrogarsi sulla natura e sui destini dell’uomo, non appare poi tanto diverso da quello contemporaneo, nell’affermare che “tutto corre dietro al denaro” e che “non c’è più spazio per Dio”. “O Fortuna”, che ha un ruolo determinante nell’album “One Carl Is Undead”, è forse il testo più conosciuto dei Carmina Burana. Scritto da autori goliardi e cosiddetti “studenti girovaghi” (clerici vagantes), esso spiega come la sorte, da favorevole, possa diventare avversa e quanto essa comandi su qualunque elemento umano: “O Sorte, come la Luna mutevole, sempre cresci o decresci (…)”.

Tra il 1935 e il 1936, il tedesco Carl Orff scrisse delle musiche su alcuni testi dei Carmina Burana, realizzando la famosa ed omonima cantata scenica, basata sul concetto del giro della Ruota della Fortuna: sulla prima pagina dei Carmina latini, infatti, è rappresentata una ruota con quattro re e quattro diverse “posizioni di comando”: “Regno” (Sto regnando) per colui che è sopra la ruota; “Regnavi” (Ho regnato) per la figura a destra; “Sum sine regno” (Sono senza regno) per la persona schiacciata dalla ruota e, infine, “Regnabo” (Regnerò) per il futuro re sulla sinistra.
Dal 2015, grazie all’impegno di questi artisti italiani, esisteranno anche i “nuovi” Carmina Burana, chiamati “One Carl Is Undead: An Ideal Today For Carmina Burana”.

The Alpha States & Andrea Chimenti
In foto: The Alpha States & Andrea Chimenti

The Alpha States, progetto “aperto” composto da diversi musicisti, cantanti e tecnici del suono, fra cui lo stesso Marco Maffei. Il nome deriva dalla idea di possibili Stati Politici nel futuro, conseguenza dei fallimenti dell’uomo moderno, così perfetti e utopistici da poter diventare concreti soltanto dopo la distruzione dei regimi attuali. Il progetto, che rispetta musicalmente l’utopia del proprio nome, compare in diverse tracce di questo album. In “Defectus” ha suonato anche Antonio Bucci degli Pseudofonia.
Andrea Ruscitti: DJ e produttore pugliese. Affascinato sin da bambino dalla musica Funk, si è poi interessato alla musica elettronica e ha prodotto diverse canzoni di genere minimal EDM. Molti DJ famosi hanno “suonato” e supportato le sue tracce.

Andrea Chimenti: cantante, musicista e compositore. Dopo l’avventura con i Moda, storica band della new-wave fiorentina degli anni ’80, ha intrapreso la carriera solista, con brani dai testi raffinati, interpretazioni vocali e qualità degli arrangiamenti. Icona della musica rock-wave anche all’estero, vanta collaborazioni del calibro di David Sylvian. Nel 2014 Andrea ha inciso una nuova versione di “Ashes to Ashes” di David Bowie con The Alpha States, ricevendo ottimi riscontri.
Domenico Montino: musicista elettronico, compositore e cantante con base a Foligno. Un artista sfaccettato, innamorato del genere electro e dei sintetizzatori.
Emanuele Menga: speaker e DJ iradiofonico sin dagli anni ’80. Si è evoluto come compositore, arrangiatore ed artista “digitale” di musiche originali, anche per produzioni teatrali e pubblicitarie.

Valentino Corvino
In foto: Valentino Corvino

 

Valentino Corvino: Compositore, Violinista e Direttore d’orchestra. Si è esibito in tutto il mondo come solista o come componente di importanti formazioni europee e dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna. E’ componente dell’Arkè String Quartet ed ha inciso, tra gli altri, Arkeology con Trilok Gurtu (2007) e Acquario (2004) con Stefano Bollani e Gabriele Mirabassi. Compone anche musiche per produzioni teatrali e cinematografiche.

Alba Francesca Battista
In foto: Alba Francesca Battista

Alba Francesca Battista: musicista Elettronica, Pianista e Fisica. E’ docente di Musica Elettronica in Conservatorio ed ha eseguito e pubblicato opere in contesti nazionali e internazionali (55ma Biennale d’Arte a Venezia, Vox Novus a New York; Center for Arts and Technologies a Seoul). La sua composizione “Nueva Luz” è stata premiata nel concorso internazionale SONOM (Messico). Con base ad Avellino, ha pubblicato “Elementi di Acustica Fisica e sistemi di diffusione sonora” (2012) e “Elettrotecnica ed Elettronica. I nuovi strumenti che hanno rivoluzionato l’estetica della musica” (2014).

L’Album è disponibile su: iTunes, Amazon, Google Music, Cd Baby e tutte le moderne piattaforme di distribuzione via internet. Per informazioni sull’album, clicca qui.

Contatti: www.radiospia.comwww.facebook.com/RadioSpia

One Carl is Undead: An Ideal Today for Carmina Burana (Track list):
1- The Alpha States & Andrea Ruscitti – Welcome to Carmina [3:27]
Andrea Ruscitti: Programmazione – Marco Maffei: Basso Fretless, Percussioni, Sintetizzatori – Coro classico
2- The Alpha States & Andrea Chimenti – Defectus [4:08]
Andrea Chimenti: Voce – Antonio Bucci: Sintetizzatori, Ukulele – Marco Maffei: Sintetizzatori
3- The Alpha States & Domenico Montino – Space Cargo [3:03]
Domenico Montino: Programmazione – Marco Maffei: Sintetizzatori, Basso Fretless – Coro classico e Orchestra Sinfonica
4- The Alpha States & Emanuele Menga – Inhuman Fate [6:06]
Emanuele Menga: Programmazione – Marco Maffei: Sintetizzatori – Coro classico e Orchestra Sinfonica
5- Valentino Corvino – The Queen in My Arms [2:37]
Valentino Corvino: Violino, Programmazione – Marco Maffei: Percussioni – Coro classico e Orchestra Sinfonica
6- Alba Francesca Battista – À Rebours [2:59]
Alba Francesca Battista: Programmazione, sintesi
7- Domenico Montino – Carmina Burana (Fortuna Imperatrix Mundi) [Velut Luna Version] [3:27]
Domenico Montino: Programmazione – Marco Maffei: Sintetizzatori – Coro classico e Orchestra Sinfonica
8- Emanuele Menga – Carmina Burana (Fortuna Imperatrix Mundi) [Est Affectus Version] [4:15]
Emanuele Menga: Programmazione – Coro classico e Orchestra Sinfonica
9- The Alpha States & Andrea Chimenti – Defectus [Dry Mix Version] [4:17]
Andrea Chimenti: Voce – Antonio Bucci: Sintetizzatori – Marco Maffei: Sintetizzatori

Luana Salvatore
twitter_logo_luana-300x24

 

Luana Salvatore

Giornalista pubblicista, dal 2010 è editore e direttore responsabile di RioCarnival Music Magazine, nonchè co-fondatrice della omonima fanzine italiana dedicata ai Duran Duran (1987). Laureata in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo presso l'Accademia di Belle Arti di Roma (1998), ha scritto una tesi sperimentale in regia cinematografica: "Immagini per la Musica" sull'evoluzione dell'immagine del periodo British Invasion - Internet e sui video musicali. Ha fatto parte della MEDIMEX Academy e collaborato con alcune testate giornalistiche musicali, tra cui Rolling Stone e Billboard. Si interessa e scrive di Musica, Cinema, Cultura e Lifestyle. Contatti: editor@riocarnivalmagazine.it