• Lun. Mar 4th, 2024

LOREDANA ERRORE RINASCE CON LUCE INFINITA

DiChristian D'antonio

Set 13, 2016
loredana
foto: Christian D’Antonio

Con un singolo di speranza, Nuovi Giorni da Vivere, torna Loredana Errore, voce di Amici di Maria De Filippi 2010, con all’attivo oltre 130mila copie vendute in Italia. Molta attesa per la cantante nata a Bucarest e naturalizzata in Sicilia, visto che la canzone fa parte di un disco che esce questa settimana, Luce Infinita, che segna il suo ritorno sulle scene dopo una pausa forzata dovuta a un terribile incidente. Abbiamo incontrato un’artista cambiata, notevolmente maturata e con una consapevolezza da interprete adulta.

Hai aggiornato il tuo sound in qualche modo per questo rientro?
C’è un’influenza molto elettronica, rispetto ai lavori precedenti, ma non abbandono mai lo stile cantautorale. È un’elettronica che riesce a lasciare emotivamente intatta l’interpretazione che è il mio marchio.
Il tuo input autoriale nel disco?
Non ho portato nessuna firma, mi sono affidata a l’Isola degli Artisti di Carlo Avarello facendo molti ascolti. Ho preparato un disco con 7 brani inediti e due che sono cover. Tengo molto a Per Amarti, scritta da Bruno Lauzi per Mia Martini.
Come si fa a superare un trauma come quello che hai avuto?
Sembra che qualcuno, che sarebbe Dio, abbia organizzato elementi in base ai quali io dovevo ricominciare. La Luce Infinita è una chicca, un segnale evidente di un’attesa che ha portato alla luce. La ragazza che in piena attività deve interrompere il percorso sono io. Dopo l’incidente è stato un black out totale, muovevo solo il collo. Un evento che mi ha permesso di vedere l’altra parte della vita che non avevo mai visto, quella degli infermi, quella di chi soffre.
Come hai passato quei mesi?
L’attesa, il rincorrere i giorni e pensare che ogni nuovo giorno si muoveva una mano,una gamba. Ho sempre avuto fede, fiducia, non è stata una scoperta è stato sempre naturale riconoscere Dio nel mio cuore. Non sono una perfetta praticante ma io come essere umano riconosco la grandezza di Dio, chi non lo fa ha un pezzo che gli manca.
Il tuo pubblico come è stato con te?
Sono stati tutti straordinari, non solo i miei fans. Hanno partecipato attivamente al superamento di questo lungo periodo che ci ha portati alla luce infinita. Anche mentre parlo con te io capisco che quello che ti dico ti illumina, e sono contenta di poterlo fare. Io ho avuto un miracolo e lo voglio raccontare, il dono che ho avuto, la mia voce, è un mezzo che mi permette di ricominciare.
Sei più attaccata al tuo lavoro ora?
Senza la musica non so cosa sarebbe la mia vita, mi aiuta a vedere le cose in una forma magica, la musica ti fa affrontare veramente tutto. E questa è la straordinarietà della mia storia. In questa guarigione mi sono affidata a Dio e ogni giorno non è mai stato uguale agli altri. È stato davvero speciale, non posso attribuirmi una volontà umana, una ragazza di 29 anni non è pronta ad affrontare una cosa del genere. Come fai a non realizzare che c’è una mano divina?Christian D’Antonio

 

Christian D'antonio

Christian D'Antonio (Salerno, 1974) osserva, scrive e fotografa dal 2000. Laureato in Scienze Politiche, è giornalista professionista dal 2004. Redattore di RioCarnival. Attualmente lavora nella redazione di JobMilano e collabora con Freequency.it Ha lavorato per Panorama Economy, Grazia e Tu (Mondadori), Metro (freepress) e Classix (Coniglio Ed.)