• Sab. Apr 13th, 2024

Clementino chiama Ensi, Rocco Hunt e Salmo a celebrare una notte al Market Sound

DiChristian D'antonio

Giu 30, 2016
clementino
foto: Giuseppe Mora

Sembrava di essere alla messa del rap italiano la settimana scorsa quando Clementino ha aperto il suo spettacolo al Market Sound Village di Milano con Toxico, il brano di punta dell’album che lo ha fatto conoscere al grande pubblico, I.E.N.A.

Si è subito capito dall’inizio che la sera sarebbe stata una grande celebrazione del genere di cui Clementino è ormai una stella di riferimento. Pubblico che riempiva lo spazio con calore entusiasmante, amici e colleghi che lo hanno supportato nella prova open-air del festival organizzato per il secondo anno da Punk For Business.
Lo spettacolo nello spettacolo era l’audience che dialogava dalle prime file con gli ospiti in un delirio di battle e rime a risposta multipla: i seguaci del rapper napoletano hanno davvero una marcia in più quando si tratta di interazione e hanno accolto con enfasi gli ospiti chiamati a duettare (o cimentarsi in acclamati freestyle). A partire da Ensi per arrivare al grande Rocco Hunt, presenza divertente e giocosa. Si passa da Gomorra e Scialatielli a O’ Vient come se niente fosse in uno show del genere e la commistione è spassosa.
Anche sul finale, quando Clementino ha omaggiato Pino Daniele, il cerchio sembrava chiudersi a perfezione. Il linguaggio di pezzi come Cos Cos Cos è davvero un collante impressionante quando si tratta di cultura popolare contemporanea. È questo il “verbo” che il popolo del rap italiano recepisce meglio, la leggerezza e l’impegno che si può permettere anche l’utilizzo del dialetto.
Con gli schermi e grafiche a mitraglia che impreziosiscono la resa on-stage, Clementino ha davvero messo in piedi una carovana emozionale degna delle notti di festa che lasciano un segno. E, cosa più importante, è riuscito con la musica a unire tribù diversamente geolocalizzate.
Christian D’Antonio

Christian D'antonio

Christian D'Antonio (Salerno, 1974) osserva, scrive e fotografa dal 2000. Laureato in Scienze Politiche, è giornalista professionista dal 2004. Redattore di RioCarnival. Attualmente lavora nella redazione di JobMilano e collabora con Freequency.it Ha lavorato per Panorama Economy, Grazia e Tu (Mondadori), Metro (freepress) e Classix (Coniglio Ed.)