• 24/07/2024

Pasqualino Maione: per fortuna che ci sono i social, se usati nel modo giusto

DiChristian D'antonio

Nov 13, 2015

pasqualino cover

Ha ormai una carriera di 8 anni Masqualino Maione, il concorrente di Amici 7, lo show televisivo più ambito dai giovani aspiranti cantanti. Con il singolo uscito a fine estate Ci Sbatto la Testa (https://www.youtube.com/watch?v=HSaDRo5gBqQ) ha fatto rumore perché ha parlato direttamente al suo pubblico dei rischi degli abusi: «Ho voluto lanciare un messaggio ai più giovani e a tutti quelli che abusano di sostanze che tra l’altro sono molto facilmente reperibili. Con un pezzo non posso cambiare le cose ma è bello ricevere messaggi anche da mamme che vedendo il video e ascoltando la canzone mi hanno ringraziato. In alcuni casi è stata la mamma a fare ascoltare al figlio la canzone e mi ha dato molta soddisfazione”.

Pasqualino è un artista molto sincero e realista: “In un periodo particolare, siamo tutti in qualche modo depressi, c’è crisi non si riesce a inserirsi come si vorrebbe nella società e molti trovano distrazione in queste sostanze”. Annuncia che però l’album a cui sta lavorando, previsto per il 2016, “conterrà anche i classici pezzi d’amore che è il tema principale, scritti anche in collaborazione coi i musicisti che mi accompagnano dal vivo”. Tra questi c’è Matteo Bucca, che ha arrangiato il singolo che è in rotazione radiofonica e che Maione ha cantato in alcune ospitate in tv.

Ma che tipo di pubblico ha un ragazzo che è uscito da un’edizione di un talent di anni fa? “C’è gente che mi segue dall’inizio e ho una folta schiera di ammiratori che mi seguono ai concerti. Riconosco che non è facile mantenere un pubblico dopo 8 anni da un reality , infatti la fase più impegnativa è dopo il reality perché l’esperienza in tv non è un punto d’arrivo ma una partenza. Poi ci sono le vicissitudini, i cambi di casa discografica, perché con la nascita di altri talent le attenzioni si spostano e ogni anno gli show sfornano in quantità esagerata nuovi volti che hanno sicuramente il loro bisogno di mettersi in mostra”.
Lui non sembra però un presenzialista a tutti i costi, nonostante abbia una florida attività sui suoi account dei social network: “Io non cerco di catalizzare l’attenzione con video o post che non si riferiscano alla musica, metto in mostra solo le mie canzoni, noto che oggi molti vogliono attirare l’attenzione attraverso comunicazioni che non appartengono alla loro artisticità. Per dire, a me piace recitare ho partecipato a dei musical e ho delle esperienze teatrali. Mi riconosco una vena comica, a volte magari posso postare dei video da imitatore”. E l’ambizione quale potrebbe essere? “L’ambizione è sicuramente vivere di questo mestiere che non è roba da poco. Riuscirti a mantenere facendo l’artista con l’attenzione mediatica che si sgretola e l’impresario di turno che fa fatica a venderti. Fortunatamente riesco a lavorare a distanza di molti anni, quell’edizione è stata una delle più seguite, arrivare tra i finalisti significava per me partecipare a tutta l’edizione e quindi lasciare un buon ricordo”.

Christian D’Antonio
twitter_logo_christian

Christian D'antonio

Christian D'Antonio (Salerno, 1974) osserva, scrive e fotografa dal 2000. Laureato in Scienze Politiche, è giornalista professionista dal 2004. Redattore di RioCarnival. Attualmente lavora nella redazione di JobMilano e collabora con Freequency.it Ha lavorato per Panorama Economy, Grazia e Tu (Mondadori), Metro (freepress) e Classix (Coniglio Ed.)