• Lun. Mar 4th, 2024

Emanuele Corvaglia, in fuga da Amici con il primo album

DiChristian D'antonio

Nov 13, 2015
C_103_schedaPersonaggio_634_upiFotoPersonaggio
www.mariadefilippi.mediaset.it

Arriva in radio con il nuovo singolo “Al primo appuntamento” Emanuele Corvaglia, il giovane cantante che da Lecce in tenera età si è iscritto all’Accademia Martinelli di Verona per studiare musica. Ovviamente il pubblico teen lo conosce per ben altra scuola. Parliamo di quella di Amici di Maria De Filippi, edizione 2012-2013.
Per gioco, un suo amico lo portò a Roma per partecipare ai casting di “Amici”, dove Emanuele si esibì con un suo pezzo “Un attimo di te”, ora presente nel suo nuovo album. “L’esperienza televisiva ti serve per capire come è fatto questo mestiere ma anche per comprendere cosa ti piace veramente”, dice oggi, dopo che quella scuola l’ha abbandonata e ha trovato Alberto Salerno e Mara Maionchi a fargli da tutor. “Alberto è uno dei più grandi autori della nostra storia, ha scritto Terra Promessa, Io Vagabondo. Un onore lavorare con lui ma è anche difficile perché tutti i testi del mio primo album son dovuti passare dalla sua approvazione”.

Il disco, composto da Emanuele insieme agli autori Andrea Gallo e Massimiliano Titi e prodotto da Alberto Salerno e Mara Maionchi, si chiama Emanuele Corvaglia ed è un passo importante: «Al secondo album ovviamente bisogna essere sempre ottimisti, è un po’ giocare con il fuoco uscire con un disco nuovo di questi tempi”.
Corvaglia ha però un solido seguito tra i fan della prima ora e curiosi che aspettano di vedere dove si dirige la sua evoluzione: “La mia vita è fondata sulla musica e sui social studio economia e lingue a Verona e faccio sport, mi piace andare in palestra. Ho fatto un talent ma non mi sono mai montato e non mi sento nessuno. Avevo 19 anni e adesso ne ho 21, molti ragazzini quando entrano nella scuola di Amici iniziano a montarsi, i miei genitori mi hanno sempre avvisato di fare il contrario”.
E da sincero quale è, Emanuele ci racconta anche del blocco che ha avuto durante i due anni di preparazione del suo album: “Mi è successa una cosa strana ma positiva. Dopo aver lavorato su alcuni pezzi pensavo fosse finita, non arrivavano più idee. Sono andato una settimana a Londra e mi è servito, la mia ragazza mi aveva regalato un biglietto per vedere Ed Sheeran che attualmente considero uno dei cantanti più originali e guardare lui mi ha dato forza. Magari le persone non ci credono ma il punto di riferimento musicale può darti molta energia”.

Christian D’Antonio
twitter_logo_christian

Christian D'antonio

Christian D'Antonio (Salerno, 1974) osserva, scrive e fotografa dal 2000. Laureato in Scienze Politiche, è giornalista professionista dal 2004. Redattore di RioCarnival. Attualmente lavora nella redazione di JobMilano e collabora con Freequency.it Ha lavorato per Panorama Economy, Grazia e Tu (Mondadori), Metro (freepress) e Classix (Coniglio Ed.)